cerca

I brand dell’abbigliamento contro Amazon: stop ai resi gratuiti

Alcune grandi marche pongono fine al vizio di acquistare anche ciò che non serve, per poi restituirlo al mittente senza costi ulteriori

Nel mondo dell’ecommerce è in atto una rivoluzione che, partendo dal Regno Unito, invaderà presto anche gli altri Paesi del continente.

Alcune grandi marche di abbigliamento, fra cui Abercrombie, Zara e H&M, hanno deciso di modificare la politica dei resi per chi acquista online.

Difatti, sono molti i consumatori che comprano un capo di abbigliamento di più taglie e più colori, lo provano quando viene consegnato, poi tengono ciò che più aggrada e restituiscono il resto al mittente. Tanto è gratis.

Ora, nelle condizioni di acquisto, appare già un importo che indica il costo del reso, in modo da frenare questa sconsiderata tecnica che danneggia chi vende online.

Presto, dunque, dovrà adeguarsi anche Amazon che per prima ha consentito il reso gratuito senza alcun limite. (Fonte New York Post)


Leggi anche i nostri editoriali

Questa news è a cura di evoluzionecommerce, il team che affianca gli imprenditori nelle vendite online. Chiedi un contatto adessoOtterrai una consulenza gratuita di 30 minuti. Potrai anche chiedere la pubblicazione gratuita di tue news, che saranno selezionate dalla nostra redazione.

"Quanti tuoi clienti comprano online?"

Questa la domanda a cui molte aziende devono dare risposta.

Scopri di più sul "Focus del mese"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *