cerca

Ecco perché Internet non è un mercato ma un asset della tua azienda

Il web non è più soltanto il territorio da conquistare per vendere e in cui entrare con la comunicazione, ma è ormai una parte produttiva della tua impresa

Oggi, nell’editoriale del Magazine di evoluzionecommerce, voglio condividere con gli imprenditori un concetto rivoluzionario. Questo: in un mondo dove il digitale diventa sempre più l’epicentro del commercio e della comunicazione aziendale, dobbiamo ribaltare il nostro approccio verso Internet: non più un nuovo mercato da conquistare, ma un asset della tua impresa. Il che cambia l’idea che un’azienda debba essere presente forzosamente sul web, in quanto è invece il web che è già entrato a far parte dell’azienda. Qualsiasi sia il suo scopo: vendere, farsi conoscere, non perdere clienti, acquisire contatti, lanciare un brand, contrastare la concorrenza. Si tratta di stravolgere l’attuale visione, per orientarla verso la diversa consapevolezza di quanto Internet possa essere realmente utile. Nelle prossime righe cerchiamo di entrare più nello specifico di questo modo di ragionare.

Offri il massimo supporto al tuo miglior venditore

Partiamo ribadendo il concetto appena espresso. È nuovo e quindi vale la pena ripeterlo: Internet non è solo uno spazio dove possiamo vendere i nostri prodotti o servizi. È diventato molto di più. È il nostro migliore alleato nel raggiungere significativi obiettivi imprenditoriali.

La sua funzione è quella di:

  • andare alla ricerca di nuovi clienti (o anche di fornitori);
  • contattarli;
  • aprire nuove trattative con loro;
  • metterli in contatto con i vari reparti dell’azienda;
  • fare in modo che il percorso si concluda con una transazione commerciale. Online o con i metodi tradizionali.

È il nostro venditore più attivo, ma anche l’alter ego dell’imprenditore. Una volta impostato, lavora per l’azienda senza sosta. E costa meno di una rete vendita o di un alto dirigente.

Proprio per questa visione, i costi associati all’utilizzo di Internet non dovrebbero essere considerati come una spesa obbligata, ma piuttosto come un investimento strategico in operatività necessarie al tuo business.

E non è un caso, se abbiamo paragonato il web anche a un venditore. Come una rete di vendita, può includere una varietà di elementi, fra cui i canali di distribuzione, i clienti esistenti e potenziali, nonché i processi e i sistemi utilizzati per gestire le attività di contatto.

Dunque, esattamente come investiamo in una rete di vendita ben organizzata, dobbiamo investire su Internet con lo stesso rigore e la stessa attenzione. Diamogli gli strumenti perché possa concretamente fare i tuoi interessi, evitando di lanciarlo allo sbaraglio, nudo e impreparato.

Di fatto, Internet è responsabile della generazione di nuove entrate e della crescita del business utilizzando il canale digitale. Quindi è un vero e proprio asset aziendale, cioè una risorsa controllata che ha il potenziale per generare benefici economici.

Ma, cosa significa non mandarlo allo sbaraglio, nudo e impreparato?

Non dimentichiamo che la gente ci giudica per come ci vede e non per come realmente siamo. E non dimentichiamo neppure che su Internet la gente ci raffronta con i nostri competitor.

Per comprendere meglio perché definisco strategico considerare Internet una risorsa aziendale e non un mercato, vorrei fare un esempio.

Dareste al vostro venditore una vecchia Bianchina Innocenti (l’auto di Fantozzi per intenderci!) per andare a visitare i clienti? Gli dareste una borsa di plastica, tipo supermercato, per tenerci dentro i cataloghi? Lo mandereste a presentarsi in tuta da ginnastica, sudato, spettinato, con le unghie sporche e la barba sfatta?

Potremmo continuare all’infinito, ma la risposta sarebbe comunque sempre la stessa: certamente no! E il motivo è che, in quel momento, davanti ad un cliente, quel venditore rappresenta la dignità della tua azienda.

Ora, prova a pensare davanti a quanti clienti, contemporaneamente, Internet si presenta per svolgere le sue funzioni aziendali, proprio quelle che abbiamo appena elencato. E non sto parlando soltanto di grafica, di foto e quant’altro. Parlo di una capacità di coinvolgimento generale.

Possiamo trascurare uno strumento così potente, oltre che visibile (che tu lo voglia o no), non offrendogli il massimo supporto?

Internet esiste già all’interno della tua impresa e va considerato come un bene immateriale, un asset per il tuo futuro più immediato. Consideriamolo e trattiamolo con la massima cura.

È possibile dare un valore al web?

A questo punto vale la pena di capire cosa significhi presentarsi con dignità su Internet ad un pubblico, a cui parlare elegantemente ed efficacemente di sé. Significa offrirgli i contenuti migliori che lui si possa attendere, significa offrirgli sicurezza del brand e dei valori aziendali.

Mandiamolo a rappresentarci, esattamente come farebbe un bravo venditore, con una parlantina colta ed educata, rispettosamente abbigliato e pienamente convinto di rappresentare un’azienda sana e bene organizzata.

Una precisazione: quando parliamo di Internet come un nostro concreto asset di vendita, non ci riferiamo solamente alla sua capacità di generare vendite dirette. Piuttosto, ciò che rende Internet così potente è la sua capacità di amplificare e ottimizzare ogni aspetto del nostro business.

Difatti, pensa se tu volessi raggiungere ogni angolo d’Italia, ma anche di altri Paesi esteri, dove la tua attività potrebbe essere apprezzata. Avresti bisogno di investimenti enormi da sostenere, non solo in salari e commissioni, ma anche per la produzione dei materiali, per la presenza nelle fiere e molto altro.

Al contrario, Internet è un tuo rappresentante a provvigione zero, lavora più di un venditore, si comporta come un imprenditore, ha un raggio d’azione molto vasto e soprattutto non ti abbandona accettando offerte da parte di concorrenti rapaci.

Internet non invecchia, perché si evolve, e non si stanca mai di lavorare per l’azienda, di parlare a suo favore e di adeguarsi alle strategie che, sul piano commerciale, possono variare da stagione a stagione, da prodotto a prodotto.

È a costo zero? Certamente no, ma è un asset produttivo, quindi deve essere considerato come un “bene” che un’azienda si mette in casa. Il suo valore varia a seconda di ciò che può produrre.

Dunque, quando consideriamo i costi di Internet, non dovremmo limitarci a guardare i costi di impostazione di un progetto online o il budget destinato ai servizi di web marketing.

Dovremmo invece guardare a tutto ciò che contribuisce alla presenza e all’efficacia della tua azienda nell’ambito del tuo business: dallo sviluppo e mantenimento del sito e delle piattaforme di ecommerce, alla gestione dei social media, alla creazione di contenuti di valore per il tuo pubblico in target, ai servizi che sarai in grado di erogare.

Internet non è più un mercato in cui entrare con la comunicazione e con i cataloghi digitali, ma è parte produttiva dell’azienda stessa.

In questo contesto, sarebbe bene parlare non di costi ma di investimenti, che possono essere paragonati più da vicino alla spesa necessaria per mantenere una rete di rappresentanza efficiente e ben organizzata. Sia nella formazione che nell’equipaggiamento.

Sfide e opportunità come nel mondo tradizionale

Confesso di non avere trovato un titoletto migliore per introdurre questo prossimo paragrafo.

Tuttavia, ho ceduto all’opportunità di scriverlo perché c’è ancora molta gente che ritiene vi sia una differenza tra il mondo tradizionale e quello digitale. Per cui il mondo tradizionale viene interpretato come reale e quello digitale viene interpretato come virtuale.

Invero, sebbene i due mondi siano a volte governati da logiche differenti, anche il mondo digitale è entrato a far parte della nostra realtà quotidiana. Questo passaggio è indiscutibile.

Dunque, investire in Internet significa affrontare le stesse sfide e cogliere le stesse opportunità che abbiamo sempre affrontato nel mondo dell’industria e del commercio, quando ancora il web non esisteva.

Dobbiamo essere pronti a investire tempo, risorse e impegno per costruire una presenza online solida e autorevole. Come già detto, non è la tua azienda che deve adeguarsi per entrare in Internet, ma è il web che è già dentro la tua azienda. Dobbiamo soltanto accorgercene e valorizzarlo per sfruttarlo appieno.

Con Internet al nostro fianco, non investiamo solo nelle singole transazioni, ma nella crescita a lungo termine e nel successo del nostro business nel suo insieme.

Dunque, invece di limitarci a utilizzare Internet come uno strumento per vendere o per migliorare il potere del nostro brand, dobbiamo abbracciare una prospettiva più ampia.

Questo significa riconoscere il web come un ramo della nostra azienda, per utilizzarlo come un’entità digitale dinamica e interconnessa, in cui ogni azione e decisione è guidata dalla consapevolezza del suo potenziale e della sua portata.

Questo impegno diverso non richiede alcuna trasformazione pratica, ma un cambiamento culturale all’interno dell’impresa.

Non si tratta solo di adottare nuove tecnologie o strategie di marketing online, ma di integrare completamente Internet nella filosofia aziendale.

In breve, ciò comporta un ripensamento completo di come concepiamo e gestiamo il nostro business in un’era in cui la connettività e la visibilità sono essenziali per il successo.

Ma soprattutto, stiamo considerando il web come un alleato, o meglio come una forza interna, invece che come un ambiente nuovo in cui siamo costretti a muoverci, anche se in realtà non lo vorremmo fare.

Questo nuovo approccio sposta il focus dell’impresa dalla semplice vendita di prodotti o servizi a una relazione continua e significativa con i clienti. Non si tratta più solo di chiudere una transazione, ma di creare un legame duraturo che si traduce in fedeltà e sviluppo.

Ecco perché parliamo di Internet come di un asset aziendale.

È un’evoluzione che non solo migliora la nostra presenza online, ma che rafforza l’intera struttura dell’impresa, rendendoci più resilienti e adattabili alle sfide del mercato globale.

Internet non come un’esigenza, ma come una forza viva, potentissima e al nostro servizio.


– Per comprendere meglio e saperne di più su come affrontare un percorso proficuo con la tua azienda online, unisciti alla community di imprenditori che abbiamo creato su LinkedIn. Chiedi di partecipare adesso –

Leggi tutti gli editoriali di evoluzionecommerce
Leggi le nostre news quotidiane

Questo post è un’esclusiva di evoluzionecommerce, il team che affianca gli imprenditori di tutta Italia nelle vendite online e nella valorizzazione della propria presenza su Internet. Chiedi per maggiori informazioniO inserisci qui sotto una tua opinione su quanto hai appena letto.

"Quanti tuoi clienti comprano online?"

Questa la domanda a cui molte aziende devono dare risposta.

Scopri di più sul "Focus del mese"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *