cerca

E-commerce tendenze: negozi collettivi per artigiani e botteghe

Si tratta di minimarket cittadini che ospitano piccole realtà commerciali presenti su strada. Lo scopo è quello di aprire anche a loro le porte del mercato online

I primi esperimenti risalgono al 2018. Si trattava di negozi di quartiere che racchiudevano diverse realtà artigianali e vetrine di strada.

Sostanzialmente le botteghe di una certa zona cittadina si univano per costruire una loro piattaforma e-commerce e vendere anche online i propri prodotti.

Le prime città ad avere sposato questo genere di iniziativa furono Milano e Trento.

Oggi non possiamo più parlare di esperimenti, ma di vere e proprie realtà che cominciano a dare i propri frutti.

È il caso di Driiin, un e-commerce bolognese che racchiude una trentina di negozi locali, principalmente dedicati al food. Una sorta di minimarket circostanziato nel territorio, dove vengono proposti prodotti alimentari di eccellenza della tradizione cittadina.

Altre attività di questo genere sono in allestimento in diverse città italiane, per dare ai piccoli commercianti l’opportunità di inserirsi con successo nel mercato online dal quale, diversamente, resterebbero del tutto esclusi.

"Quanti tuoi clienti comprano online?"

Questa la domanda a cui molte aziende devono dare risposta.

Scopri di più sul "Focus del mese"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *