cerca

E-commerce in Italia: voto negativo dell’Europa alle PMI

Un rapporto della Commissione Europea ci relega al venticinquesimo posto tra i Paesi del continente che hanno saputo, meglio di noi, digitalizzare i processi produttivi e commerciali

L’European Commission for Italy ha recentemente pubblicato un rapporto sullo stato di digitalizzazione del nostro Paese.

Purtroppo il risultato è che ci troviamo al 25° posto, rispetto agli altri Paesi del continente, a causa degli ingiustificabili ritardi strutturali e culturali dello Stivale.

In particolare, per quanto riguarda il mondo delle vendite online, nonostante l’Italia sia uno dei Paesi nei quali vi è maggiore richiesta da parte dei consumatori, l’offerta segna ancora il passo.

Il rapporto attribuisce alle PMI italiane la colpa del forte gap tra domanda e offerta, in quanto sono loro che costituiscono prevalentemente il nostro tessuto produttivo nazionale.

Alle PMI si attribuisce la scarsa volontà di investimenti verso una transizione digitale (delle aziende e del commercio), che risulta essere l’arma vincente dei progressi produttivi di altre nazioni europee.

"Quanti tuoi clienti comprano online?"

Questa la domanda a cui molte aziende devono dare risposta.

Scopri di più sul "Focus del mese"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *