cerca

Cos’è e come funziona un team ecommerce di vero aiuto alle imprese

Il concetto di agenzia è ormai superato dal lavoro in squadra di professionisti qualificati per servizi altamente specializzati, dove perfino l’ecommerce non è più solo vendita online

La trasformazione di Internet corre alla velocità della luce. Ciò che nel web era ottimale l’anno scorso, oggi già rischia di non produrre risultati. I nuovi algoritmi di Google, l’evoluzione dei social, lo strapotere di Youtube e l’intelligenza artificiale cambiano radicalmente la struttura e le logiche con cui le aziende devono porsi alla propria clientela online. Sia B2B che B2C. Le tecnologie fanno passi da gigante, modificando le abitudini con cui persone e aziende si confrontano con un mercato, in cui è la visibilità l’elemento primario. È un confronto sempre più arduo in un mondo dinamico e aggressivo, dove ecommerce non è più sinonimo di sola vendita online. Per questo motivo i team, che affiancano le imprese nel loro percorso su Internet, devono offrire servizi altamente specializzati e aggiornati, capaci di sostenere e vincere sfide divenute inderogabili. Vediamo quali e perché sono irrinunciabili.

Il professionista del web non è un tuttologo

Il web è diventato una materia che, per la sua complessità, si avvicina molto alla medicina. Le specializzazioni sono talmente varie, che per ognuna di esse ci vuole un professionista qualificato in quello specifico settore.

Proprio come nel settore medico, ci vuole un coordinatore che tenga le fila di ogni operazione (chiamiamolo progetto), ma poi il lavoro di ricerca e di esecuzione deve essere svolto dai singoli specialisti.

Così come un cardiochirurgo non può lavorare su una protesi ossea, anche nel web un copywriter non può occuparsi degli shooting fotografici o delle ricerche di mercato.

Il medico che sapeva fare di tutto, dal prescrivere un chinino all’estrazione di una pallottola, è roba del Far West, ma i cowboy non fanno più parte del mondo reale.

Ci vuole un team, che lavori all’unisono sotto le direttive di un project manager, in stretto contatto con le aziende a cui si affianca. Una figura qualificata che ragioni da imprenditore con gli imprenditori.

Purtroppo, molte imprese stanno sperimentando in prima persona che non è più il tempo delle web agency o dell’amico di famiglia smanettone. Internet si è evoluto e oggi progrediscono soltanto quelle aziende che mettono in atto un approccio altamente professionale.

Cioè quelle che si avvalgono di un team specializzato.

Obiettivo primario è la sfida sulla visibilità

Ma, prima di entrare nel merito delle varie funzioni che devono essere coperte dal team, vale la pena chiarire meglio cosa s’intende quando si afferma che, oggi, la visibilità è un’esigenza primaria per ogni attività che voglia ottenere risultati concreti su Internet.

Come abbiamo accennato nell’introduzione a questo articolo del Magazine di evoluzionecommerce, il contesto attuale è caratterizzato dalla rapidità dei cambiamenti tecnologici.

Gli algoritmi di Google, l’ascesa dei social commerce, l’influenza di piattaforme come YouTube e l’impetuosa avanzata dell’intelligenza artificiale, stanno ridefinendo le relazioni tra aziende e clientela online, indipendentemente dal settore (B2B o B2C).

Volenti o nolenti, Internet si è trasformato da una grande enciclopedia informativa al più concreto mondo degli affari. Macroscopicamente possiamo affermare che è diventata l’enciclopedia del commercio e delle aziende. Una sorta di Wikipedia e Guida Monaci messe insieme.

Il suo impatto sulle abitudini delle persone e delle aziende nel mercato è tale che, o sei una voce di quell’enciclopedia, oppure non sei e basta. Qualsiasi sia l’attività che uno svolge.

E, seppure nel presente, c’è chi non avverte ancora questa esigenza, la visibilità sul web è ormai un elemento sempre più essenziale, fino ad essere perfino determinante per la vita stessa dell’azienda.

A breve entrerò nel tema delle sfide che gli imprenditori devono affrontare e vincere, ma tra queste la sfida sulla visibilità è quella primaria, laddove serve farsi notare tra un numero così vasto di aziende che competono per catturare o consolidare l’attenzione degli utenti online.

Emergere e farsi notare rappresenta una vera e propria guerra sul mercato.

In ogni settore c’è una concorrenza molto aggressiva, che spesso si tende a vincere con la battaglia del prezzo, che deprime qualità e marginalità. Non la consigliamo mai a nessuno.

Ci sono metodi migliori. Le aziende devono distinguersi e trovare metodi creativi per emergere dalla massa, ma soprattutto devono anticipare i propri competitor nel cavalcare appieno l’evoluzione tecnologica.

Gli algoritmi dei motori di ricerca e dei social media sono in continua trasformazione. Ciò significa che le strategie di visibilità devono essere costantemente aggiornate per adattarsi ai cambiamenti e per massimizzare la presenza delle imprese online.

L’enorme quantità di informazioni aziendali pubblicate ogni giorno rende difficile emergere. Per farlo, è essenziale creare contenuti di alta qualità, pertinenti e utili per il pubblico di riferimento.

Ma non basta, perché i contenuti devono appoggiarsi a una strategia di marketing ben pianificata. La pubblicità a pagamento, l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO), la presenza sui social media e altre tattiche sono cruciali per aumentare la visibilità.

Essere visibili è importante, ma altrettanto cruciale è costruire fiducia e autorevolezza tra il pubblico di riferimento. Gli imprenditori devono dimostrare competenza nel proprio settore e fornire valore autentico per fidelizzare e attirare nuovi clienti.

Come vedremo in seguito, è dalla visibilità che prende vita ogni interazione con il mercato. Senza visibilità, è difficile per un’azienda essere considerata nel processo decisionale del cliente finale, sia B2C che B2B.

Affrontare questa sfida in un ambiente così dinamico e competitivo richiede una combinazione di creatività, coerenza nelle strategie di marketing e una profonda comprensione del proprio pubblico di riferimento.

I vari ruoli di una squadra Campione del Mondo

Parliamoci chiaro. L’esigenza è quella di svolgere al meglio tutte le funzioni appena elencate ed anche quelle di cui parleremo tra breve.

Tuttavia il punto di partenza per un team, che sappia svolgere correttamente il proprio lavoro di affiancamento alle imprese, è quello di ragionare da imprenditori con gli imprenditori.

In primis, dunque, va posta l’onestà nelle previsioni dei costi, dei risultati e dei tempi necessari per conseguirli.

Ciò che va promesso è il massimo impegno e la migliore capacità professionale, anche frutto dell’esperienza acquisita sul campo e dei traguardi raggiunti.

L’impresa deve essere certa che il lavoro che viene svolto nel suo percorso su Internet è il migliore in assoluto (ecco perché parliamo di squadra Campione del Mondo) e deve essere messa nelle condizioni di apprezzarlo durante tutto il suo svolgimento. Offrendo, qualora serva, anche il proprio contributo al team.

Un team specializzato che affianca un’azienda nel contesto digitale deve svolgere appieno diverse funzioni cruciali per affrontare le sfide e massimizzare le opportunità nel panorama online.

Il primo passo deve essere affidato agli analisti. Prima di qualsiasi investimento, bisogna comprendere a fondo il mercato, il pubblico di riferimento e la concorrenza. Il team deve condurre analisi approfondite per identificare i trend, i desiderata della clientela e le opportunità di crescita.

Deve lavorare con la consapevolezza dei volumi del mercato, dei suoi costi e dei possibili ricavi.

Ogni giorno sul web entrano nuovi personaggi, consumatori e manager che modificano il panorama complessivo degli utilizzatori. Cambia il loro approccio alle informazioni e questo disegna anche nuove strade da percorrere. Bisogna farlo prima e meglio di ogni altro.

Qui entra in gioco un altro ruolo, quello degli specialisti capaci di studiare le strategie da mettere in campo.

Basandosi sull’analisi dei dati e delle tendenze di mercato, il team può sviluppare strategie digitali personalizzate. Queste includono piani per l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO), la gestione dei social media, la pubblicità online e altro ancora.

Se, da una parte, le strategie non possono e non devono essere dissociate dai risultati prospettati dagli analisti, anche la creazione dei contenuti deve appoggiarsi alle logiche strategiche.

Un team specializzato deve produrre contenuti di alta qualità, sia testuali che visivi, che catturino l’attenzione del pubblico e forniscano valore aggiunto. Ciò include la creazione di blog, video, grafica, schede, guide, landing e altro ancora.

È del tutto evidente che un bravo blogger non è anche un bravo videomaker e che un bravo grafico non è anche uno specialista dei testi in copywriting. Servono persone diverse per ruoli specialistici differenti, ma interconnessi tra loro.

Vi è poi tutta la parte squisitamente tecnica.

Gestire le piattaforme online dell’azienda è essenziale. Questo include la gestione dei social media, la costruzione o l’ottimizzazione del sito web, l’analisi delle prestazioni e la gestione delle campagne pubblicitarie.

È un lavoro tanto raffinato quanto metodologico. È una specializzazione senza la quale il lavoro descritto in precedenza viene abbandonato a se stesso, diventando di fatto del tutto inutile.

È la gestione del “dopo” quella che crea la continuità dei risultati.

In quest’ottica rientra anche la gestione del Customer Relationship Management (CRM).

Mantenere e migliorare le relazioni con i clienti è cruciale. Un team può implementare e gestire sistemi CRM che consentono di comprendere meglio i clienti, personalizzare le interazioni e migliorare il servizio con chi è interessato a entrare in contatto con l’azienda.

In questa direzione, gioca un ruolo fondamentale il monitoraggio costante delle prestazioni sulla base delle strategie adottate. Il team deve analizzare i dati, misurare il successo delle campagne e apportare regolari ottimizzazioni ai risultati.

Inoltre, l’evoluzione rapida del digitale richiede una costante formazione e aggiornamento delle competenze. Il team può svolgere un ruolo determinante nell’addestrare il personale aziendale sulle nuove tecnologie e sulle tendenze di mercato. Ma deve anche investire molto sulla formazione interna al team stesso.

Qui ad evoluzionecommerce, ogni anno, investiamo circa il 21% del nostro tempo in formazione e in adeguamenti delle conoscenze tecniche.

Un team esperto che affianca un’azienda online svolge quindi un ruolo chiave nel fornire competenze specializzate, pianificazione strategica, esecuzione efficace e supporto continuo per affrontare le sfide e sfruttare le opportunità nel panorama digitale in costante evoluzione.

La sfida dell’inserimento in un mercato saturo

In altre parti del nostro Magazine, ma anche in questo editoriale, abbiamo più volte accennato alla necessità di essere presenti e visibili su Internet, in quanto è su questo mercato che si sta spostando la grande massa delle aziende e della relativa clientela.

Ciò sta anche ad indicare che, se su questo mercato ci sono praticamente tutti (in Italia sfioriamo l’80% delle attività produttive e commerciali), possiamo certamente parlare di un ambiente molto saturo.

E bisogna anche aggiungere che la corsa a conquistare posizioni da leader nei vari settori è davvero faticosa.

Tuttavia non bisogna rinunciarci, perché esistono varie possibilità di successo anche in un mercato di questo tipo.

La saturazione online non dovrebbe scoraggiare un’azienda dal cimentarsi nel panorama digitale. Anche se la competizione è intensa, ci sono diverse ragioni per perseguire una presenza su Internet:

  • accesso a un vasto pubblico: il web offre contatto con un’enorme base di potenziali clienti in tutto il mondo. Anche se il mercato appare saturo, esiste comunque la possibilità di raggiungere e coinvolgere una parte di questo pubblico. C’è abbondanza per tutti;
  • ridotti costi di ingresso: rispetto alle tradizionali attività commerciali, l’avvio di un’attività online spesso richiede investimenti iniziali molto inferiori;
  • flessibilità e adattabilità: Il mondo online offre una maggiore flessibilità per adattarsi rapidamente alle tendenze di mercato, sperimentare e ottimizzare strategie senza dover affrontare ingenti costi di cambiamento come nel mondo offline;
  • possibilità di specializzazione e segmentazione di nicchia: anche in un mercato saturo c’è spazio per la specializzazione, per identificare una nicchia specifica o offrire un valore unico;
  • analisi dei dati e misurazione delle prestazioni: online è possibile raccogliere dati dettagliati sul comportamento del cliente e sulle performance delle campagne. Questo consente un miglioramento continuo e una migliore comprensione del pubblico di riferimento.

Quindi, pur riconoscendo la sfida della saturazione sul mercato online, ci sono ancora molte opportunità per le aziende che desiderano entrare in questo spazio o migliorare le performance della propria presenza. L’importante è trovare modi unici per distinguersi nella massa, offrendo un valore autentico e differenziato.

E anche questo deve essere uno dei compiti specifici del team.

Anche in questo caso, come in tutto ciò che precedentemente è stato descritto, affiancare un’azienda con un team specializzato nell’ambito digitale è essenziale per navigare con successo nel complesso e mutevole panorama online.

Il team agisce come il motore trainante di una macchina, fornendo competenze specializzate, pianificazione strategica e un approccio mirato per affrontare le sfide e sfruttare al meglio le opportunità offerte dal mondo digitale.

Conclusioni

La presenza online richiede molto più che la semplice creazione di un sito web o la pubblicazione occasionale di contenuti sui social media. È necessario un approccio integrato e orientato agli obiettivi, che comprenda analisi approfondite, strategie di marketing personalizzate, gestione delle piattaforme digitali e un monitoraggio costante delle performance.

Un team specializzato si pone come guida, traducendo la visione aziendale in azioni concrete, adattando le strategie commerciali e di comunicazione al mutevole scenario digitale e fornendo la flessibilità e la reattività necessarie per capitalizzare le nuove opportunità e affrontare le sfide emergenti.

Senza questo tipo di supporto, un’azienda potrebbe trovarsi di fronte a uno scontro con un mercato competitivo senza una bussola, rischiando di perdersi tra le mutevoli dinamiche digitali e perdendo preziose opportunità di crescita e di connessione con il suo pubblico di riferimento.

In conclusione, il team specializzato rappresenta un investimento cruciale per un’azienda online, agendo come guida strategica e operativa per massimizzare la visibilità, l’engagement del pubblico e il successo complessivo dell’azienda nell’ambiente di Internet in costante evoluzione.


Leggi gli altri editoriali di evoluzionecommerce
Leggi le nostre news quotidiane

Questo post è un’esclusiva di evoluzionecommerce, il team che affianca gli imprenditori di tutta Italia nelle vendite online e nella valorizzazione della propria presenza su Internet. Chiedi per maggiori informazioniO inserisci qui sotto una tua opinione su quanto hai appena letto.

"Quanti tuoi clienti comprano online?"

Questa la domanda a cui molte aziende devono dare risposta.

Scopri di più sul "Focus del mese"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *