cerca

Amazon licenzia per calo degli ordini

Mentre gli e-commerce delle imprese italiane fioriscono, il colosso americano dimostra di subirne la concorrenza

I dipendenti della sezione logistica di Amazon a Dese, in provincia di Venezia, hanno ricevuto un semplice whatsapp che li avvisava che non avrebbero più lavorato per il colosso americano.

Il messaggio, nudo e crudo, è stato recapitato a 40 persone con la motivazione di un calo degli ordini.

Ci spiace molto per chi ha perso il lavoro, tuttavia emergono due considerazioni.

La prima è l’indelicatezza di un messaggio inviato sul telefonino, per una comunicazione così impattante sulla vita delle persone.

La seconda è che, se diminuiscono gli ordini verso Amazon mentre la totalità degli e-commerce in Italia è in crescita continua con incrementi a doppia cifra, ciò sta a significare il maggior successo dei negozi online, di cui sono proprietari produttori, distributori e rivenditori.

Le imprese italiane, infatti, stanno gradualmente dimostrando un certo risveglio sugli investimenti da dedicare al mercato online, considerando sempre di meno l’ipotesi di vendere attraverso Amazon.

Ciò anche a seguito delle ripetute testimonianze negative di quegli imprenditori che hanno lavorato con Amazon e di cui abbiamo più volte parlato anche sul nostro Magazine.

Per ulteriori informazioni su quanto esposto o su altre problematiche relative agli e-commerce contatta la nostra redazione. Ti risponderemo nell'arco di poche ore.

2 risposte a “Amazon licenzia per calo degli ordini”

  1. aldo ha detto:

    sono veramente felice

    • Lorenzo Lo Vecchio ha detto:

      Aldo, la nostra critica ad Amazon è solo a tutela delle aziende italiane che, prima di decidere di affidare i propri interessi a Jeff Bezos, possano conoscere appieno la realtà che li attende. Detto questo, ci dispiace che i problemi di Amazon si riflettano su persone e famiglie che hanno necessità di lavorare per il proprio quotidiano. Ed è anche per questo che dobbiamo scongiurare un suo potere assoluto. Anche in Italia, come succede in tanti altri Paesi, lo sviluppo degli e-commerce aziendali porterà nuovi posti di lavoro. Ed è quello che tutti auspichiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.