cerca

Ecco perché l’ecommerce lancia un allarme a tutte le imprese italiane

I dati ufficiali ci dicono che, laddove crescono le vendite online, entrano in sofferenza i negozi tradizionali. Un andamento a cui manifatturieri e grossisti devono porre rimedio

I numeri non mentono e tutte le valutazioni che leggerai in questo articolo di evoluzionecommerce, il team che affianca le imprese nel loro percorso di successo online, sono basati su dati aggiornati. Regione per Regione andremo ad analizzare le chiusure delle attività di vendita tradizionali (negozi su strada) e come in controtendenza aumentino vorticosamente le consegne, sia nel B2B che nel B2C, degli acquisti effettuati online. Il progressivo spostamento di una parte del mercato verso le soluzioni online lancia un grido di allarme anche per le attività manifatturiere e distributive (ingrosso), che si vedono private dei loro rivenditori tradizionali. Il ricorso all'ecommerce diventa, così, un investimento primario che, tuttavia, va affrontato con la massima attenzione. Ragioniamo insieme sui numeri e su alcuni casi di studio che riguardano i clienti di evoluzionecommerce.

Continua >>

Cogli le opportunità
Abbonati GRATIS al Magazine

Resta sempre un passo avanti con la vendita online e ricevi i migliori articoli ogni settimana. L'iscrizione è gratuita e puoi cancellarti con 1 clic.

#ecommerce — Aggiornamenti rapidi dai social network

Disney+ lancia l’ecommerce

Il colosso americano crea un nuovo #ecommerce per consentire di acquistare prodotti durante la visione dei contenuti su Disney+

Pok Pok investe $3M nel marketing

Pok Pok vende giochi online per bambini. Dopo una prima crescita organica, ora investe 3 milioni nel suo #ecommerce per acquisire nuovi clienti.

Upway riceve $25M

#ecommerce focalizzato su biciclette elettriche ricondizionate prende un finanziamento da oltre 25 milioni di dollari per la sua espansione.